MIRKO BUFFINI FIRENZE, brand patronimico, fondato nel 2012. Maison profumiera identificata dall’avvolgente ebrezza delle Fragranze proposte, proiezioni olfattive ispirate alla tradizione artigianale fiorentina; sequenza di Note speziali risultanti del mix di selezionate essenze naturali; ricette create, composte e realizzate da Laboratori Olfattivi nazionali con la supervisione e l’expertise di Mirko Buffini.

Giugno 2013. Presentazione ufficiale della Linea BLACK Eau de Parfum: No.012 voluttuose sensazioni olfattive senza Tempo. Il packaging, essenziale e prismatico, originale nel design equilatero e protettivo, ha conquistato il pubblico fin dal suo primo apparire sulle vetrine degli store di nicchia del meta mercato contemporaneo. Ogni singola Fragranza ha assunto un naming autonomo: sostantivi, nomi propri, aggettivi, avverbi, hanno di fatto funzionato da indicatori di senso capaci di narrare, produrre associazioni simboliche, catarsi emotive, glissandi atonali, attinenti e relativi alle sensazioni intense e definite, alla voluttà delle Fragranze MIRKO BUFFINI FIRENZE.
Per inciso l’Eau de Parfum MU - l’Infinito assoluto - ha vinto, in Giappone, il Premio di “Fragranza dell’Anno 2015”.Settembre 2016. Presentazione alla Stampa specializzata della CHUTE d’EAU, una Acqua di Colonia presuntuosa, agrumata e rinfrescante, particolarmente indicata per la toilette quotidiana. I riferimenti naming all’Etant donnés dell’artista francese Marcel Duchamp sono evidenti. Partecipazione, nel settembre 2017, al Pitti Fragranze Firenze, nel corso della kermesse è stata presentata la Linea H. C. E. Eau de Parfum; No.010 Fragranze identificate da naming con evidenti riferimenti polisemici - Parole Valigia - al Finnegans Wake dello scrittore irlandese James Joyce.

Nel corso di Pitti Fragranze Firenze 2018 verrà presentata la Linea RED Eau de Parfum; No.010 Fragranze concettualmente declinate al Femminile. Tema centrale: Pudore e Riserbo. Musa ispiratrice la scrittrice britannica Jane Austen. Naming in corso d’opera. “L’eccellenza del nostro Mestiere è quella di profumare il Corpo del Mondo. del Mondo ladro di fuoco, sofisticato ed esigente, un poco snob, attratto ora e sempre dal Profumo dell’Arancione della fotografa statunitense Cindy Sherman”. È portentosa una Fragranza quando t’investe!
Loading...